DIGITALY4
DIGITALY3

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
phone

Che cosa è la SEO on-site?

2020-12-07 18:19

Q Digitaly

E-MARKETING, TUTORIAL EDITOR, ecommerce, emarketing, q digitaly, qdigitaly, blog marketing, blog business, strategia seo, seo on site, creare sito web, pilastri della seo, web 2.0, strategia integrata, basi per creare un sito web, brandig, come creare un sito web, come creare un sito internet,

Che cosa è la SEO on-site?

La SEO on-site è il segreto per attrarre maggiori utenti. Scopri in cosa consiste.

 

 

 

L'importanza della SEO on-site

 

 

 

La SEO on-site è la somma delle attività per l’ottimizzazione dei contenuti di ciascuna pagina di un sito web e con l’obbiettivo cardine di posizionarle in cima ai risultati di ricerca, al fine ultimo di ottenere un traffico maggiore e di miglior qualità per gli utenti. Quindi la SEO on-site è la presentazione del proprio sito sia  agli utenti e sia ai motori di ricerca, e non risulta semplice ed efficace per ogni tipologia di sito web, ma risulta complessa e necessita di considerare molteplici fattori, test e risultati. È doveroso affermare che privilegiare il favoritismo degli utenti ma non dei motori di ricerca, o viceversa, pregiudica la rovina economica sull’asse di periodo di m-l del sito, e quindi, dell’incremento delle vendite  stesso. La presentazione del sito non può essere mai considerata conclusa ma deve essere in continuo mutamento, perché i consumatori cambiano il proprio modo di navigare o di ricercare un prodotto su Google.

I pilastri d'azione della SEO on-site

articolopilastrieseoonsite-1607364811.png

Prima di avviare una strategia SEO on-site al fine di ottimizzare il sito nei motori di ricerca bisogna non distogliere mai l’attenzione da 4 pilasti d’azione ( di cui 3 fanno parte di azioni di marketing e non di attività tecniche):
⦁    lavorare sul branding per migliorare la popolarità del sito;
⦁    creare contenuti unici che possono essere condivisi su altri siti web;
⦁    creare un’architettura del sito ottimale per l’accessibilità degli spider di ricerca;
⦁    creare una strategia integrata tra sito e social media.
 

Prima del web 2.0  e dell’interazione tra siti ed utenti, l’ottimizzazione di un sito faceva riferimento al semplice posizionamento delle keyword. Oggi gli algoritmi alla base di Googlebot sono molto più complessi tramite l’inserimento di fattori qualitativi, quali l’usabilità e la qualità delle visite sul sito, la percezione del brand online e la propensione a condividere i contenuti sui social network. Prossimamente analizziamo gli elementi principali dell’ottimizzazione SEO on-site che sicuramente, nonostante cambiamenti di algoritmi futuri, rimarranno invariati: i contenuti, le keyword ed i meta tag.

Q DIGITALY  di Pietro Amendola @ ALL RIGHT RESERVED 2021

P.IVA 05948010656

Per maggiori informazioni, contattaci:

3285418555  |  info@qdigitaly.com

Privacy e Cookie Policy

image-306
image-306
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder